Il Progetto Bio Lupo

L’idea di poter coltivare luppolo di qualità in Trentino nasce nel 2014, nulla di strano, se si pensa che fino a metà Novecento, questo tipo di produzione nella nostra regione era cosa comune.
Presi i primi contatti con due agricoltori, Nicola Gozzer e Massimo Scalet, abbiamo iniziato a studiare e a girare per la Baviera raccogliendo idee e imparando le tecniche di coltura. Il progetto prende forma e ,nel 2015, vengono messi a dimora due luppoleti, uno in Primiero e l’altro in Valsugana. Il primo raccolto è ovviamente scarso ma, con il raccolto del 2016, si riesce a produrre circa il 90% del fabbisogno di luppolo del birrificio.

 

Le birre Bio Lupo

 

Dedicate a questo progetto, nascono da subito le prime birre. Si chiamano Bio Lupo e sono prodotte esclusivamente con luppoli freschi. Ne esistono al momento due versioni, realizzate con una selezione del raccolto di due distinti luppoleti. Portano il nome del territorio da dove il luppolo stesso arriva: la Valsugana e la valle di Primiero.
Di terroir si può parlare anche con la birra, e questo ne è un chiaro esempio.

Timeline

2008 Noc' comincia gli esperimenti con il luppoli e pianta i primi rizomi
Fine 2013 Si comincia a pensare al progetto Bio Lupo
Primavera 2014 Si prendono i primi contatti con gli agricoltori: Nicola Gozzer e Massimo Scalet
Estate 2014 Viaggio in Baviera per scoprire le tecniche produttive lì utilizzate
2015 Vengono messi a dimora due luppoleti, uno a Marter, in Valsugana, uno ai Masi, in Primiero
Settembre 2015 Il primo raccolto di Luppolo
Ottobre 2015 La prima birra Bio Lupo
Settembre 2016 Secondo, e finalmente copioso, raccolto di luppolo
Settembre 2016 Vengono prodotte le due Bio Lupo: Valsugana e Primiero
Ora Con il raccolto del 2016 il birrificio riesce ad autoprodurre il 90% del fabbisogno di luppolo

I nostri contadini

 

Il progetto Bio Lupo è stato possibile grazie al contributo di due famiglie di agricoltori, che hanno creduto, investito, rischiato in un’idea, un sogno. La nostra riconoscenza è enorme, come enorme è la speranza di poter continuare lungo questa strada con questi amici.